VOCES: PRESENTATO IL PROGRAMMA 2015

In una conferenza stampa tenutasi presso la Provincia di Lecco è stata presentata l'edizione 2015 del festival VOCES, che, nel periodo di svolgimento di Expo, prosegue la sua missione di promuovere il patrimonio materiale e immateriale del territorio proponendo alcuni itinerari esemplari di musica, arte, cultura.

 Significativo è il ciclo dedicato ai “Luoghi di Leonardo”: una serie di escursioni guidate concluse da momenti musicali di forte impatto, che toccano luoghi ricordati espressamente da Leonardo da Vinci o probabilmente da lui conosciuti nelle sue visite sulle montagne del Lecchese.

Degna di particolare rilievo è la giornata dedicata all’antica presenza del rito patriarchino a Varenna: un gruppo di cantori provenienti dal Cadore, ultimi depositari del canto patriarchino tramandato oralmente per secoli nelle chiese del Veneto e del Friuli, sono chiamati a impreziosire con queste rare melodie la giornata della Festa del Lago.

  A Valmadrera, la splendida Villa Gavazzi sarà aperta per un’iniziativa sul mecenatismo culturale ottocentesco nel nostro territorio.

 A Civate, nota prevalentemente per i suoi monumenti medievali, si andrà a ripercorrere la Via Francigena, uno dei principali itinerari del pellegrinaggio medievale, con un’incantevole sequenza di canti e danze del Piemonte e delle Valli occitane.

Proseguendo un progetto di scambio fra luoghi depositari di una forte cultura tradizionale, il festival organizza quest’anno una gita in Valtrebbia, con visita a Bobbio e al monastero di S. Colombano, facendosi ambasciatore delle voci dei cantori premanesi, che terranno un concerto nell’ambito di Appennino Festival.

 Come è ormai tradizione, Voces si chiude con la celebrazione dei Vespri della Beata Vergine in latino.

Nella foto, la rinnovata immagine del festival, elaborata da Nicoletta Ghislanzoni di Openspace.

Grazie ai sostenitori pubblici e privati e al pubblico che ci segue.